Un arresto di massa, vergogna nazionale
3 dicembre 2013 – 2:42 am | Nessun commento

Quando una tifoseria, in trasferta all’estero, finisce per essere arrestata dalla polizia; quando 149 tifosi vengono accusati di aver messo in atto violenze; quando 22 di questi vengono mantenuti sotto chiave e probabilmente finiranno sotto …

Leggi tutto il contenuto »
Appuntamenti

tutti gli appuntamenti del Comitato promotore

documenti

archivio documentale del Comitato e del progetto

immagini

Gli attimi più belli dello sport a perenne memoria dell’etica

testimonianze

Sportivi di ieri, di oggi e di domani: quanto l’etica la fa da padrona!

eticatube

Video sul progetto e sullo sport in generale

Home » documenti

SPORT E SICUREZZA, DA ESAOTE TRE DEFIBRILLATORI PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

Inserito da il 5 luglio 2013 alle 2:12 pmNessun commento

DEFIBRILLATORE CUOREFormati 32 operatori dopo un corso a cura dell’Associazione nazionale medici cardiologi Prima di tutto la sicurezza. Si arricchisce la dotazione di defibrillatori negli impianti sportivi a gestione diretta del Comune di Firenze. Esaote, azienda leader nel settore della diagnostica medicale, ha donato all’Amministrazione Comunale tre apparecchi (uno telecontrollato) che saranno destinati alla piscina Costoli e ad altre due strutture da definire. Inoltre, a cura dell’ANMCO (l’associazione nazionale dei medici cardiologi) sono stati formati 32 operatori in servizio presso gli impianti sportivi. L’operazione rientra nel progetto per la promozione dell’uso dei defibrillatori in ambito sportivo promosso dalla direzione servizi sportivi del Comune di Firenze con la collaborazione di Nicola Armentano, medico sportivo.  “Promuovere la pratica dello sport in sicurezza – spiega il vicesindaco e assessore allo sport Stefania Saccardi – è uno degli obiettivi principali dell’Amministrazione Comunale. Nel periodo 2006-2012 in Italia ci sono stati 587 decessi per morte cardiaca improvvisa fra sportivi dilettanti e amatori. Decessi che in diversi casi potevano essere evitati con la presenza di un defibrillatore sull’impianto e di personale appositamente formato per il suo utilizzo. Ritengo si tratti di una scelta di civiltà. Un dovere morale a cui ora fa seguito anche quello normativo indicato dalla recente Legge Regionale 97/2013”. Un obbligo di legge, al quale non è possibile sottrarsi, che entrerà in vigore a partire dal 1 gennaio 2015 e che investe tutte le società sportive. “L’Amministrazione Comunale negli ultimi anni – aggiunge il vicesindaco Saccardi – ha già dotato due dei cinque impianti gestiti direttamente di altrettanti defibrillatori semi-automatici e formato il personale che vi opera all’uso di questi strumenti. Non possiamo però dotare tutti gli impianti di defibrillatori e organizzare i relativi corsi di formazione. Stiamo lavorando però per ricercare utili sinergie sul territorio per facilitare e incentivare le società sportive all’acquisizione di questo importante strumento e alla formazione del personale. Intanto un ringraziamento va a Esaote e all’ANMCO con cui abbiamo concretizzato questa prima forma di collaborazione con l’auspicio che ciò si possa all’allargare ad altre realtà con l’obiettivo di garantire la pratica sportiva in piena sicurezza”.

Lascia un commento!

Inserisci il tuo collegamento qui sotto, oppure trackback dal tuo sito. In alternativa puoi seguire i commenti via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.