Home » Il Comitato Scientifico

Il Comitato Scientifico

PIERO VIGNA

Piero Luigi Vigna (Borgo San Lorenzo, 1º agosto 1933 – Sesto Fiorentino, 28 settembre 2012) è stato un magistrato italiano, Procuratore nazionale antimafia dal 1997 al 2005.

Piero Luigi Vigna nasce il 1º agosto 1933 a Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze. Entra in Magistratura nel 1959. Dapprima pretore a Borgo San Lorenzo e Milano, dal 1965, tornato a Firenze, in procura della Repubblica, ha svolto le funzioni di sostituto, poi procuratore aggiunto ed infine – dal 1991 di procuratore capo, presso la Procura della Repubblica presso il tribunale di Firenze. Si è occupato in quegli anni sia di indagini sul terrorismo nero e rosso (suo l’arresto di Barbara Balzerani), che dell’Anonima Sequestri sarda, che del caso del Mostro di Firenze, ma anche degli investimenti di Cosa Nostra in Toscana. Dal 1992 ha svolto anche la funzioni di procuratore distrettuale antimafia. Nei primi anni novanta è stato anche docente di codice penale presso la Scuola Marescialli dell’Arma dei Carabinieri di Firenze. Dal 14 gennaio 1997 è Procuratore Nazionale Antimafia, incarico che lascia nel 2005 per raggiunti limiti d’età. Il suo successore è Piero Grasso. È stato presidente onorario di Magistratura Indipendente. Nel 2009 ha presieduto la commissione che ha elaborato il Codice antimafia e anticorruzione della Regione siciliana, denominato “Codice Vigna[1]È morto il 28 settembre 2012 all’età di 79 anni al Centro Oncologico fiorentino di Sesto Fiorentino a seguito di un tumore[2].

ALBERTO PERUZZI

Nato a Pistoia il 20.7.1950. Allievo del filosofo Giulio Preti dal 1969 al 1972. Laurea nel 1974 a Firenze. Nel 1975-1976, “Addetto alle esercitazioni” di logica per il corso di Filosofia, Facoltà di Magistero, Università di Firenze. Borsa CNR dal 1976 al 1981. Nello stesso periodo, ricerche presso il Centro di Grammatica dell’Accademia della Crusca. Comitato di redazione della rivista Antologia  , Gabinetto scientifico-letterario G. P. Vieusseux, Firenze dal 1981 al 1986, con responsabilità del settore scienze. “Ricercatore  ” dal 1981 al 2001. Ricerche con Jerrold Katz, presso il Graduate Center, a New York e con John Bell presso la London School of Economics, a Londra. Dal 1990-91 docenze per incarico/supplenza di: Filosofia del Linguaggio Storia della Filosofia Contemporanea, Intelligenza Artificiale, Logica Filosofia e Teoria dei Linguaggi presso l’Università di Firenze (Facoltà di Magistero / Scienze della Formazione e di Psicologia. Nel periodo 2001-2005, membro del Consiglio Direttivo del Centro Linguistico d’Ateneo, Università di Firenze. Dal 2002, cattedra di Filosofia Teoretica presso l’Università di Firenze. Sempre dal 2002 Membro del collegio del dottorato toscano in Storia della Scienza. Nel 2003 organizzazione del congresso internazionale Ramifications of Category Theory. Dal 2004 membro del collegio di dottorato in Filosofia, Università di Firenze. Dal 2004 al 2009, coordinatore di Pianeta Galileo e membro del relativo Comitato Scientifico, per il Consiglio regionale della Toscana Dal 2006 al 2008 presidente del corso di laurea in Formazione Multimediale. Dal 2006 al 2010, presidente della Biblioteca Filosofica.  Dal 2008 Presidente del corso di laurea magistrale interfacoltà (Lettere e Filosofia e Scienze della Formazione) in “Teorie della comunicazione”, Università di Firenze. In precedenza membro delle seguenti associazioni scientifiche nazionali e internazionali Associazione Italiana di Logica e Applicazioni New York Academy of Sciences Società Filosofica Italiana Società Italiana di Logica e Filosofia della scienza. Riconoscimenti: medaglia del Presidente della Repubblica per la diffusione della conoscenza (ricevuta il 12 aprile 2010 nella sede del Consiglio regionale

Altri componenti:

  • Don Giacomo Stinghi
  • dott. Massimo Gulisano (preside della Facoltà di Scienze Motorie)
  • Dott. Fino Fini (direttore del museo di Coverciano)
  • Marina Piazza (dt nazionale ginnastica artistica)
  • dott. Sandro Tacconi (responsabile ufficio regionale sport)
  • dott. Massimo Sandrelli (giornalista)